I Cinque Sensi del Caffè

I Cinque Sensi del Caffè

Non chiamatelo solo Espresso


Per noi italiani la parola caffè ha un solo sinonimo: espresso. Ma non esiste solo l'espresso.

Il caffè è un ingrediente affascinante, che apre le porte a un mondo a molti sconosciuto.

Parlare di caffè significa riscoprire una bevanda antica ma al tempo stesso attualissima, che si trasforma assicurando una esperienza multisensoriale inconsueta e ogni volta differente. Ma per poterlo davvero comprendere e apprezzare, dobbiamo prima di tutto mettere da parte l'univoca - e indubbiamente limitata - accezione che abbiamo del caffè.



Diemme, storica torrefazione fondata a Padova nel 1927 e oggi guidata dalla terza generazione, tramanda con passione la cultura di questo prezioso prodotto affiancando alle tradizionali miscele una gamma di pregiate monorigini destinate non solo a intenditori e appassionati, ma a tutti coloro che sono curiosi di intraprendere un nuovo percorso gustativo. Grazie a una meticolosa, quasi scientifica, attività di ricerca sono infatti nati “Gli Speciali - Diemme”, una selezione di caffè che rappresenta la forte connotazione di artigianalità evoluta dell’azienda.

“La globalizzazione ha portato le persone a viaggiare sempre di più – dichiara Giannandrea Dubbini, Presidente di Diemme, - trasferendo inevitabilmente abitudini e tradizioni al di fuori dei confini nazionali. Ciò significa che ormai non esiste più soltanto un modo di bere il caffè”. Proprio partendo da questo presupposto anni fa Diemme ha iniziato ad approfondire lo studio di nuove forme di estrazione alternative all’espresso e a esplorare il mondo dei caffè speciali: materie prime selezionatissime e di assoluta qualità diventano nuovi blend o singole origini in quantità limitata che raccontano la storia della loro provenienza, trasferendo gli aromi e i profumi della terra o addirittura della finca in cui sono stati coltivati, da destinare a coloro che desiderano ascoltare questa meravigliosa storia.

“Il nostro è un lavoro di passione e di orgoglio di chi vuole tramandare una tradizione” – continua Dubbini – “Per noi non è solo business, bensì è qualcosa di molto più profondo. Ciò che noi facciamo ci mette in diretto rapporto con le persone. Dobbiamo essere quindi noi i primi a diffondere la cultura del caffè non solo ai nostri interlocutori diretti, baristi e ristoratori, ma anche ai consumatori finali per aiutarli ad ampliare la loro visione e la loro conoscenza”.

Da qui, dunque, il desiderio di spingersi oltre con le estrazioni alternative all’espresso in cui l’artigianalità evoluta di Diemme abbraccia l’innovazione e che si traduce in strumenti in grado di profilare e modulare “sartorialmente” il proprio caffè.

Il tempo del caffè diventa così un’esperienza da vivere con un atteggiamento consapevole. Un caffè – caldo o freddo – da preparare in modo quasi rituale, che richiede attesa e ascolto, tempo e concentrazione. Per apprezzarne gusto e aroma, colore e consistenza coinvolgendo la persona in tutti i suoi sensi.



AEROPRESS:

Aeropress nasce nel 2005 in America da un’idea di Alan Adler, titolare della Aerobie azienda produttrice di giochi da mare e in particolare frisbee.

Questo metodo di estrazione sembra proprio essere nato per i surfisti e i giocatori di frisbee, data la tecnica semplice e veloce di estrazione del caffè che può essere preparato anche direttamente in spiaggia. Ottimo strumento da viaggio, davvero molto poco ingombrante!

Il caffè si estrae tramite infusione e pressione e si consuma appena estratto. La preparazione inizia bagnando il filtro di carta presente nel corpo centrale dello strumento con dell’acqua, successivamente si posiziona l’aeropress direttamente sopra la tazza o ad un contenitore e si versa all’interno la polvere di caffè macinata medio fine. Il rapporto tra acqua e polvere di caffè è 60g per litro. Successivamente si fa una pre-infusione di circa 30 secondi utilizzando una parte di acqua bollente, la restante viene versata subito dopo. Si copre il cilindro con lo stantuffo, si attende 1 minuto e si pressa.



FRENCH PRESS:

Questa tecnica nasce in Francia nel 1852, e consiste in un bricco cilindrico con uno stantuffo che preme su acqua calda o fredda e polvere di caffè o tè in foglia. E’ una tecnica molto semplice e pratica, utilizzata tuttora in tanti paesi, anche come preparazione domestica. Il segreto è il giusto grado di macinatura: l’ideale è un calibro medio, consistente e uniforme. Se il filtro si intasa o se il caffè risulta torbido vuol dire che la polvere è macinata troppo fine. Il caffè viene estratto tramite decozione o infusione. Per la preparazione basta inserire all’interno del cilindro del corpo centrale della french press 20gr di caffè con 250ml di acqua a temperatura ambiente, e successivamente lasciare in infusione all’interno del frigorifero per 8-12 ore; una volta conclusa l’infusione è sufficiente pressare lo stantuffo e versare. Il lungo periodo di contatto tra caffè e acqua, contribuisce a dar vita a sensazioni e caratteristiche uniche; l’acidità è molto bassa così come la caffeina e la dolcezza è piacevolmente naturale.



SYPHON:

Questa caffettiera a globi di vetro, comunemente chiamata Syphon, venne brevettata nel 1842 in Francia da madame Vassiex. E’ costruita da una sfera sottostante e da un cilindro sovrastante ad incastro. Al centro viene posto un filtro. La preparazione inizia inserendo l’acqua nella parte sottostante e posizionando quindi lo strumento sopra ad una fonte di calore. La pressione spinge l’acqua nel globo superiore, dove avviene l’infusione con il caffè. Al termine dell’infusione la caffettiera viene rimossa dalla fonte di calore e, per l’effetto sottovuoto, la bevanda torna nella parte inferiore.

Rapporto tra acqua e caffè consigliato: 60g per litro di acqua, con macinatura pari a circa il doppio della macinatura moka. Tempo di infusione circa 1 minuto.



IL LUNGO:

Il Caffè Lungo Diemme è una miscela 100% Arabica che unisce due caffè lavati del Centro America con uno dei più importanti caffè dell’Africa; il risultato è un infuso dai profumi floreali e dal gusto agrumato con fini note di cioccolato.


In particolare le 3 origini sono:

  • Nicaragua shg: coltivato tra i 1500 e i 2000 metri nella zona di Matagalpa, nel nord-ovest del paese, famosa per i suoi caffè aromatici e profumati caratterizzati da una piacevole acidità e da una dolcezza senza eguali.

  • Salvador shg: coltivato oltre i 1500 metri da piccoli produttori; un caffè con un buon corpo, bilanciata acidità e con marcati sentori di dolce cioccolato.

  • Etiopia sidamo: coltivato nella regione da cui prende il nome, ad un’altitudine sopra i 1200 metri; questa arabica lavata, grazie alla sua freschezza, ai profumi decisamente floreali e agrumati, permette di vivere un’interessante esperienza sensoriale, difficilmente ripetibile. La tostatura di questa miscela è volutamente chiara e l’accurata macinatura è in grado di esaltarne il gusto, rendondo il Caffè Lungo Diemme la miscela ideale per estrazioni di caffè filtro.



MONORIGINE:

Ethiopia Asefa Dukamo Farm della Linea Gli speciali Diemme

Ethiopia Asefa Dukamo è un caffè di specie arabica, varietà Typica, lavorato con processo naturale. Questo caffè è coltivato ad un’altitudine di 1545 – 1668 mt. nella regione di Kaffa, dove le piante di caffè fioriscono spontaneamente nei terreni vulcanici della foresta, sulle pendici delle montagne che circondano l’area. E’ una monorigine con una buona dolcezza, un corpo vellutato e una piacevole acidità che sprigiona in tazza note di frutti rossi e uvetta.

9 visualizzazioni