Denim - Neverending Story

Denim - Neverending Story

di Margherita Pezzotti



Ci sono quelli che ci stanno "a pennello", quelli che sono stati "un errore", quelli che "non si sa mai" e quelli "quando torno in forma saranno perfetti". Teneteveli tutti stretti, è la vostra neverending story: it's a denim love affair!


Correva l’anno 1985 e lui, Nick Kamen, si sfilava i jeans in una lavanderia a gettoni americana.

Sulle note di “I heard it throught the Grapevine” questa rimane ancora oggi la pubblicità dei jeans più evocativa ed impattante di tutti i tempi.

Quella generazione consacrò i jeans come un capo imprescindibile, sexy e desiderabile; gli uomini per emulare il super modello, le donne perché Nick Kamen le faceva sognare…

A distanza di 35 anni, il denim non ha perso il suo fascino ed anzi, i brands ne hanno sfruttato il potere sociale e culturale come modello di emancipazione e libertà.

Oltre le classi sociali, oltre gli orientamenti politici, oltre, sempre!



Da indumento simbolo di ribellione e libertà, i jeans sono diventati un capo fashion; dallo scaricatore di porto all’hipster di New York, dall’officina alla passerella.

L’anima ormai è venduta al mercato ma i jeans mantengono il loro DNA che ne fa un indumento storicamente “contro”.

E se certi amori sembrano non finire davvero mai, i jeans si proclamano “must have” anche per questa primavera 2020 perché la loro Attitude è semplice ma seducente, casual per nascita ma molto elegante quando serve: insomma è assolutamente “Jeansmania”.

Se gli americani sono i padri storici di questo indumento, spetta invece alla creatività italiana aver dato ai jeans connotati di modernità, di eleganza e sartorialità.

Il Denim è cool e le versioni proposte sono davvero tante e spesso una il contrario dell’altra. Skinny vs campana, vita bassa “figli dei fiori” vs vita altissima anni ’80.

Mai nessun capo di abbigliamento come il denim, fatta eccezione forse per il blazer, ha attraversato mode, stili e continenti reinventandosi senza perdere mai il suo appeal.

Oggi il denim si fa sartoriale per essere indossato con l’assoluta certezza di farvi sentire eleganti ed appropriate in qualsiasi occasione.

A tal punto da contagiare anche la sfera degli accessori; borse, scarpe, cinture e naturalmente camicie sono rigorosamente “denim made”.

I capi in denim che vi troverete certamente ad acquistare per questa primavera, oltre all’ennesimo paio di jeans, sarà il blazer in denim. In qualsiasi versione: oversize, doppiopetto o slim e meglio ancora se impreziosito da passamanerie dorate o da decori anni 80 ed effetto used.

Anche i jeans sono impreziositi e personalizzati spesso da borchie e proposti in tutte le tonalità dei colori pastello da indossare larghi, morbidi e scanzonati.



A completare il look “Denim Oriented” sono gli accessori che ne esaltano forme, colori e stili. Blazar, stivali, cinture, sneakers, felpe e top sono tutti al servizio di questo meraviglioso tessuto. E se leggendo state pensando anche voi a quanti paia di jeans avete nel guardaroba non temete, non saranno mai abbastanza!

Teneteveli tutti stretti sarà la testimonianza di questa “neverending story” chiamata Denim che ognuno di noi si porta con sé sin da bambino!


Qualunque sarà l’occasione per voi di indossare un paio di jeans, ricordate di mixare a dovere denim, la vostra fantasia e la vostra personalità perché a rendere speciale un “semplice” jeans sarete sempre e solo VOI.

11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti