La barba? È cool!

La barba? È cool!


Dal semplice negozio del barbiere a vere e proprie botique per barba e capelli. Le città di tutto il mondo si stanno popolando di barber shop. Non è un caso, e basta guardarsi intorno per capire il perché. La barba è tornata di moda e a sfoggiarla sono soprattutto gli under 40. Ma c'è barba e bara e se fino a qualche tempo fa il look trasandato piaceva, ora è il momento del beard design: una barba rasata con tale cura e precisione da sembrare "disegnata" sul viso. Che piace agli uomini (e alle donne) perché sottolinea i tratti della personalità e perché aggiunge carattere al look. Una barba ben curata o una rasatura fatta bene è difficile che passi inosservata. Ognuno, poi sceglie il taglio che più si addice alla propria conformazione del viso.



Dimmi che barba porti e ti dirò chi sei


Ogni faccia, uno stile: dalle barbe classiche a quelle più stravaganti passando per quelle foltissime, la barba è senza dubbio un "rimedio di bellezza": sfina il viso, dona un certo fascino e aggiunge un fattore estetico di cui prendersi cura. Ma chi ha sdoganato la moda della barba? Se gli hypster l'hanno trasformata in vera e propria mania, la barba era conosciuta e apprezzata fin dall'antichità. Pare che gli Assiri portassero barbe lunghissime e molto curate, mentre i faraoni le indossavano posticce, spesso a punta, come sinonimo di potere. E se nell'antica Grecia la barba era un attributo di bellezza e virilità, con Alessandro Magno si ebbe un'inversione di tendenza: le barbe troppo lunghe potevano diventare un pericolo in battaglia e si preferiva una rasatura quotidiana. Anche nelle grandi religioni monoteiste tutti i profeti sono rappresentati nell'iconografia con barbe folte e curate. Ma è durante l'800 che la barba assume i suoi connotati più eccentrici e modaioli. Nuovi rasoi e la diffusione dei cosmetici favoriscono il diffondersi della barba lunga, dalle forme più stravaganti ed elaborate. Basette lunghissime e baffi all'insù furono un must, fino ai primi del '900.


Barba, istruzioni per l'uso


Per sfoggiare una barba perfetta, è necessario resistere le prime quattro settimane: far crescere la barba è, infatti, un piccolo trauma per la pelle del viso, che spesso provoca prurito. Per alleviare il fastidio, si può ricorrere a creme o impacchi con salviette calde. Trovare il barbiere giusto è un'ottima soluzione, mentre chi fa da sé non deve mai cambiare la regolarizzazione del proprio rasoio. Ma il vero segreto è solo uno: la barba, esattamente come i capelli, ha bisogno di essere lavata e curata con prodotti specifici, che aiutino a mantenerla ordinata e perfetta.


Quale stile?


Barba al naturale (o quasi)

Questo tipo di barba è estremamente versatile, si addice un po' a tutte le forme del viso. L'importante è creare la giusta sagoma seguendo la crescita e il tipo di barba. Anche il mantenimento è molto facile, si può lasciar crescere per circa 3 settimane e poi ripetere il procedimento.


Clean shaved

La rasatura totale da bravo ragazzo impeccabile è un classico. Importante è rifinire il tutto con un buon after shave per alleviare le eventuali irritazioni della pelle.


Barba reale

La barba o pizzetto reale "alla Johnny Depp" è costituita da baffi uniti a un pizzetto a cinturino. Ottima soluzione per chi non ha una barba folta, è adatta ad un tipo di viso rotondo o triangolare.


Barba lunga

Da non confondere con la barba incolta o poco curata, è folta e ben proporzionata, sta bene su tutti i tipi di viso ma richiede moltissima pazienza per il mantenimento.

10 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Help Dogs