top of page

Tartan Time

Tartan Time

Se si dice Tartan, a molti viene in mente il kilt, il tipico gonnellino scozzese. In effetti, il Tartan è il tipico tessuto originario delle Highlands, realizzato in lana a quadri di diversi colori. Tipicamente, ogni pattern identificava un clan, a seconda del colore e del tipo di quadro, e veniva considerato un vero e proprio elemento distintivo.



Il termine inglese tartan sembra provenire dal francese tiretain, che deriva a sua volta dal verbo tirer, usato in questo senso per contrapporre il tessuto in tinta unita a quello a quadri. Altre ipotesi lo farebbero derivare dal termine gaelico tarsainn che significa "attraverso".


Oggi però, tartan non vuol dire solo kilt: questo tipo di fantasia è stato rielaborato in mille modi diversi, diventando un cardine della fashion industry, non solo per le vecchie zie semrpe fuori moda, ma anche per giovani e giovanissimi. Sulle passerelle non manca mai, reinterpretato in modo nuovo e diverso anno dopo anno e non più relegato solo alla stagione autunnale, ma addirittura rivisto in versione estiva, con toni più chiari e luminosi e tessuti più leggeri.


Quest'inverno, il tartan coloratissimo di Versace e John Galliano si contrappone a quello dai tonin più sobri di Fendi e Stella McCartney, mentre per la prossima estate lo abbiamo visto in versione technicolor sulle passerelle di Escada e Micheal Kors. Alcuni stilisti, come Vivienne Westwood, ne hanno fatto un vero e proprio marchio di fabbrica.


Dalle sfilate allo street style, il passo è breve: la moda democratica della strada esprime la tendenza tartan a modo proprio, rendendola fruibile e approcciabile da un pubblico molto più vasto che ama il tocco British oppure, al capo opposto, rock e grunge.


Il tartan è stato la fantasia simbolo di personaggi che hanno segnato delle generazioni: basti pensare alle camicie a quadri di Kurt Cobain, compianto leader dei Nirvana, o a quelle sempre aperte di Rod Stewart, fino al tartan di quelle da boscaiolo di Rock Hudson o a quelle in versione pin up di Betty Grable.


Insomma, il tartan è una fantasia che ha segnato la storia con i suoi corsi e ricorsi. Scegliere di comprare un capo tartan, se di qualità e sostenibile, non è mai un acquisto azzardato: tornerà sempre, in un modo o nell'altro, insieme ai corsi e ricorsi della moda.




Burberry

Borsa tote reversibile extra large in cotone con motivo tartan doppiato con morbida pelle




Burberry

Capporro in misto lana e mohair con motivo tartan




Versace

Minigonna in lana con disegno bicolore, che combina motivi in tartan rosso e viola




Gallo

Calze da uomo in cotone con orlo a coste, punta e tallone in colore a contrasto




Nike Internationalist Tartan

Versione trend di un classico ispirato al running



2 visualizzazioni