Triathlon per tutta la famiglia

Triathlon: nuotare, correre e andare in bicicletta




Non c'è bisogno di essere dei professionisti per rimettersi in forma con le discipline del triathlon. A tutte le età.


Swim, Run, Bike



Da molti è visto come uno sport per superuomini (non per nulla chi lo pratica ai massimi livelli agonistici viene chiamato ironman), ma in realtà per affrontare questa attività, che dal 2000 è anche disciplina olimpica, non c'è bisogno di essere super atleti: l'abbinata di corsa, nuoto e bicicletta, a livello assolutamente amatoriale, può essere un buon allenamento aerobico, completo e funzionale, per ritrovare e mantenere la forma fisica.


Nel triathlon, infatti, si concentrano tutti i benefici e i vantaggi caratteristici di ciascuno sport che lo compone. Il nuoto fa bene alla salute, allunga la vita e migliora il benessere pisco-fisico. La bicicletta rassoda polpacci e glutei, snellisce le cosce e tonifica i muscoli della colonna vertebrale a livello lombare. In più il peso del corpo non grava sulla schiena, ed essendo uno sport aerobico allena l’apparato cardio vascolare e migliora la circolazione delle gambe. Infine la corsa fa bene non solo alla forma fisica, perché consente di bruciare in fretta un sacco di calorie, ma anche all’umore per il rilascio di endorfine. Fa dimagrire, previene le malattie cardiovascolari, migliora l’efficienza muscolare.

Senza contare che, oltre ai benefici fisici, il triathlon ha il vantaggio di rompere la monotonia dell’allenamento e di poterlo praticare in compagnia. In più, soprattutto con la bella stagione, è un ottimo modo per praticare attività fisica aerobica all’aria aperta, con tutta la famiglia.

E proprio perché aiuta il fisico a svilupparsi in modo sano e armonioso, permette la multilateralità del gesto sportivo e uno sviluppo interattivo di tutte le capacità di coordinamento, il triathlon risulta uno sport ideale anche per i bambini. Basta solo saper pedalare e nuotare!



UN BINOMIO PERFETTO


È quello tra il consumo moderato di birra e l’attività sportiva. Grazie alla minore quantità di zuccheri, al maggior contributo di magnesio (soprattutto nelle birre artigianali non filtrate), fosforo, calcio e complesso B, se limitata a una piccola quantità, la birra è più valida di un qualsiasi altro integratore energetico, perché più completa. Basta che siano a bassa gradazione (non più di 3-4 gradi alcolici) e artigianali. Le quantità? Si parla in genere di un’unita alcolica per le donne e di due per gli uomini, ovvero una lattina o bottiglia di birra (330 ml) di media gradazione. Il segreto sta nei cereali e nel luppolo: quest’ultimo ha, infatti, proprietà antiossidanti e, secondo alcuni studi scientifici, anche un effetto neuro protettivo.

13 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Help Dogs