Canta che ti passa



Canta che ti passa


Durante la prima guerra mondiale, un soldato, nonostante la guerra incombesse e la situazione fosse tutt’altro che allegra, mostrò la sua attitudine positiva incidendo su una trincea la scritta “canta che ti passa”, incitando i suoi compagni commilitoni a non spaventarsi e a non aver preoccupazioni... la pace sarebbe tornata presto!


È da qui che ha origine questo modo di dire... tra l’altro a quanto pare veritiero e fondato: il canto può davvero curare timori e preoccupazioni!


La musica è usata oggi in campo medico, e la musicoterapia è assai nota ai giorni nostri. studi scientifici hanno dimostrato che il canto allenta le tensioni corporee, riduce lo stress e innalza il tono dell’umore. inoltre aumenta la funzionalità del sistema immunitario favorendo il rilascio di ormoni come la serotonina e l’endorfina, e implicando una respirazione più profonda, provoca l’aumento dell’ossigenazione sanguigna, migliorando la funzionalità cardiaca.

11 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti