top of page

La dieta per chi balla ...e non solo!


DOTT.SSA LUCIA BACCIOTTINI

Biologa nutrizionista, specialista in Scienze dell’Alimentazione

dottore di ricerca in Fisiopatologia Applicata,

già docente di nutrizione integrata università di Firenze


In certe discipline come la danza è richiesta una forma fisica che va seguita da un punto di

vista nutrizionale in maniera specifica e con attenzione al genere e all'età. A parlarcene, la dottoressa Lucia Bacciottini, biologa nutrizionista che, grazie ad una grande esperienza maturata presso il centro del metabolismo osseo di endocrinologia dell'Università degli studi di Firenze e la cattedra di Scienze Motorie, ha avuto modo di occuparsi di alimentazione in ballerine e ballerini, che ancor oggi segue con passione e competenza. “Bisogna usare il bilancino dell'orafo per nutrire una ballerina, che deve diventare fortissima restando esile".


I ballerini e le ballerine rappresentano un archetipo di ambizione e tensione verso la massima capacità che il proprio corpo possa raggiungere, fino a un livello molto alto. Ricercano professionalmente la massima espressione delle proprie capacità di movimento, di equilibrio, di potenza e di coordinazione dovendo affiancare a tante competenze anche un’immagine estetica caratteristica.

In queste condizioni di sforzo fisico, il metabolismo dei ballerini e delle ballerine deve essere guidato da un controllato, bilanciato e perfezionato apporto di alimenti, di cui si conoscano le precise quantità dei nutrienti biodisponibili, i bilanci energetici devono essere limati e resi assolutamente efficienti e sufficienti nel minimo consentito così da non produrre drastici abbassamenti del metabolismo basale per insufficienza calorica. Tenendo conto anche delle fasi della vita in cui viene definita la dieta: nell’età puberale, nel consolidamento della struttura definitiva, in gravidanza; le esigenze, infatti, sono differenti.

Disegnare una dieta per i ballerini significa avere a disposizione tanti piani nutrizionali completi che possano soddisfare diverse e complesse necessità: bisogna, infatti, nutrire un corpo molto esigente che deve garantire prestazioni di altissimo livello fisico-motorio e dunque strutturale, ma anche con un’elevata componente artistica ed estetica ” spiega la dottoressa Lucia Bacciottini.

6 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page