top of page

La dieta volumetrica



Quello che è importante è stabilire le proporzioni.

Ed è proprio per capire le quantità giuste per ogni porzione che la dottoressa Bacciottini ha messo a punto e brevettato la dieta volumetrica: un kit di 5 ciotole e un piattino per misurare le porzioni di tutti gli alimenti presenti nel piano dietetico consigliato. La presenza dei contenitori in grado di misurare l’esatta porzione consente di elaborare i pasti senza pesare gli alimenti e nella sequenza corretta con cui devono essere consumati i cibi per ottenere una migliore efficacia in termini di sazietà o digeribilità o di controllo metabolico.


“Mi ero accorta che, mentre si parla tanto di alimenti sani, nutrienti, calorie… c’è meno informazione sulle porzioni, anche perché oggi si compra molto nella grande distribuzione, dove le porzioni sono dettate dal prezzo, spesso sono più grandi per convenienza. Senza contare la formula che ormai spopola nel fuori casa dell’All you can eat. L’idea è invece quella di seguire il principio del Keep portion in proportion”.

Nel kit la ciotola più grande è quella verde, dei vegetali, del cibo funzionale. “Per stabilire i volumi ho fatto una sorta di parallelismo con quelli anatomici del nostro corpo: la ciotola n. 1 è grande più o meno come uno stomaco, mentre la bocca è il volume adatto del cibo emozionale.

Ed è un metodo perfetto anche per i bambini: si parte dal verde, come con il semaforo!”.

Il libro peraltro lancia anche un messaggio di attenzione all’ambiente e al made e all’artigianalità italiana: “Le ciotole sono in terracotta di un’azienda artigianale del casentino, dipinte a mano e parlanti: su ognuna infatti c’è la porzione corretta per ognuno degli alimenti indicati”.



19 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page