top of page

Ronzii Estivi... Riconoscere api, vespe e simili!

Ronzii Estivi... Riconoscere api, vespe e simili!



Con l’arrivo del caldo e l’avvicinarsi dell’estate, nei giardini e sui balconi tornano vespe, api e insetti simili. Per colpa di questi ospiti sgraditi e temuti, i nostri pranzi, grigliate o il pic-nic risultano più difficili. Ma la convivenza con loro è senz’altro possibile, basta imparare a conoscerli. Erroneamente si finisce per confonderli, definendoli tutti vespe, tutte api o dando loro nomignoli poco appropriati. Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza e di capire, una volta per tutte, come distinguerle!

Prima di tutto, qualche accorgimento per ridurre la pressione di questi insetti esiste, a partire dalla capacità di riconoscere i “pungiglioni” pericolosi da quelli che non lo sono.



I SIRFIDI sono mosche travestite da api. I loro colori, infatti, possono ingannare, ma in realtà si tratta di insetti innocui, senza alcun pungiglione. Sono eccellenti impollinatrici ed una grande risorsa per ogni giardiniere.



LE API hanno un corpo peloso quasi tozzo, il loro colore va dal marrone al nero. Sono insetti mansueti, tranquilli e tendono a reagire solo in risposta ad una provocazione diretta. Possono pungere una sola volta, ma se non vengono provocate se ne stanno tranquille a svolazzare di corolla in corolla senza correre alcun rischio. Sono impollinatrici protette, da preservare per la tutela dell’ecosistema.



LE VESPE hanno un colore alternanza di giallo brillante e nero, sono “slanciate” e sono contraddistinte dal restringimento tra torace e addome, da qui il cosiddetto “vitino di vespa”. Sono aggressive e possono pungere anche più volte senza venire esplicitamente provocate in modo diretto dall’uomo o da altro animale. Sono infestanti, sono ghiotte di cibo a base di carne o pesce alla griglia, affettati, formaggi o uova. Se le vedete, conviene sacrificare una parte del cibo, mettendolo in un piattino lontano da dove si mangia, in modo da sviarle dalle vostre tavole.



I CALABRONI sono vespe dal caratteristico corpo sottile e liscio, sono anche loro di color giallo con strisce nere e testa e arti rossi; più grandi delle vespe misurano circa 2-2,5 cm e ronzano rumorosamente intorno al cibo disinteressandosi dei fiori. Sono pericolosi e aggressivi, possono pungere anche se non minacciati, inoculando una quantità di veleno proporzionale alle dimensioni dell’insetto, provocando un intenso dolore prolungato.



I BOMBI hanno un aspetto più goffo rispetto ai loro simili, hanno una forma rotondeggiante, sono pelosi ma molto belli a vedersi. Appartengono alla stessa famiglia delle api e sono anche loro preziosi impollinatori. Nidificano ovunque, fuori terra e sottoterra. Non si tratta di insetti aggressivi, pungono soltanto in caso di difesa. Il loro pungiglione e il loro veleno non sono pericolosi per l’uomo.


LE VESPE VASAIO sono più tranquille degli altri vespidi. Si riconoscono dal tronco e addome neri, uniti da un lungo peduncolo giallo e lunghe zampe penzolanti. Si chiamano così perché realizzano nidi di fango cementato nei posti più impensabili della nostra casa come il cassonetto della tapparella, la parte inferiore della soletta del balcone o di cornicioni ma anche nell’interno di librerie, armadi da giardino, capanni, scatole di cartone ecc. In genere sono solitarie, ma se notate più esemplari contemporaneamente o se le visite risultano giornaliere, è lecito ipotizzare che abbiano nidificato ed è necessario cercare il nido ed eliminarlo: sarebbe meglio farlo in inverno, quando gli insetti sono in letargo, ma si può fare anche in estate. Difficilmente attaccano ma è comunque consigliato rivolgersi a personale specializzato in disinfestazioni. Anche se non sono aggressive e pungono raramente, è sempre meglio prendere precauzioni.




LE API LEGNAIOLE sono più rare da vedere. Sono uno dei primi insetti a comparire verso la fine dell’inverno. Erroneamente definite calabroni neri o bombi neri, devono invece il nome alle gallerie che scavano nel legno morbido, ma anche nelle travi dei tetti delle abitazioni dove depongono le uova. Hanno il corpo di colore nero con riflessi violacei. Quando si avvicinano si fanno sentire per il loro volo rapido e rumoroso per questo possono spaventare grandi e piccini, ma bisogna stare tranquilli perché sono conosciute come api solitarie e dall’indole tranquilla. È chiaro tuttavia che possono pungere se vengono infastidite e si sentono minacciate. A differenza di alcuni loro simili, se pungono non muoiono.




4 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


bottom of page