Villa Sandi

Una storia d'amore tra vino e territorio



Cantina storica e leader nell’area Prosecco, la storia di Villa Sandi è quella di una famiglia legata alla tradizione di un territorio straordinariamente vocato alla coltivazione della vite e ricco di cultura, un binomio che ancora oggi vive, reinterpretato in chiave moderna, in questa splendida proprietà a Crocetta del Montello (TV).


Un edificio di scuola palladiana risalente al 1622; al di sotto della villa, un chilometro e mezzo di secolari e suggestive cantine sotterranee che, per la loro naturale caratteristica di mantenere costante temperatura e umidità, creano un ambiente ideale per la maturazione e l’invecchiamento dei vini (è qui che vengono poste a maturare le bottiglie dello spumante Metodo Classico Opere Trevigiane, mentre le due barricaie ospitano le botti per la maturazione dei rossi Corpore e Filio); tutt’intorno le colline trevigiane con i loro vigneti coltivati fin dal 15° secolo. Le Tenute di Villa Sandi spaziano nell’intera area del Prosecco, dalle più pianeggianti zone del Prosecco DOC ai morbidi colli Asolani ai più erti e ripidi pendii delle colline di Valdobbiadene, fino allo speciale Cru del Cartizze.

Visitare Villa Sandi significa immergersi in un percorso culturale ed emozionale che comprende storia, arte, paesaggi, vigneti, cultura del vino e del cibo.

A portare avanti la tradizione di famiglia è oggi Giancarlo Moretti Polegato, che ha saputo unire innovazione e ricerca al rispetto e all’amore per la tradizione e il territorio.


"Villa Sandi reinterpreta in chiave moderna l’antico ruolo delle ville venete. Che non erano solamente residenze estive delle famiglie della nobiltà e della ricca borghesia mercantile veneziane, ma anche luogo di governo delle vaste proprietà terriere che si sviluppavano intorno e sede di cenacoli artistici. In quest’ottica Villa Sandi è produzione vinicola di eccellenza e polo culturale nel mondo del vino” racconta Giancarlo Moretti Polegato.

"La costante che ha sempre ispirato il mio lavoro e il mio impegno è la ricerca della qualità, perseguita con competenza ma anche con tanta passione: è questo binomio che ci ha portato a creare vini di assoluta eccellenza, premiati con i più prestigiosi riconoscimenti in Italia e all’estero. Qui, la viticoltura è un’arte antica e qui l’uomo ha imparato da tempo a rispettare l’ambiente, a conoscerlo, a riconoscerne le caratteristiche."



E in effetti Villa Sandi ha contribuito in modo significativo al successo del Prosecco, promuovendo nel mondo il vino simbolo di un’intera area produttiva ed il territorio stesso.


La produzione enologica



Naturalmente, Prosecco. In tutte le denominazioni, dal DOC all’ Asolo Superiore DOCG al Valdobbiadene Superiore DOGC fino al cru dell’area Valdobbiadene, il Cartizze.

Sulle colline fra Valdobbiadene e Conegliano la viticoltura è un’arte antica di secoli. Qui si è realizzata una magica sinergia fra vite, territorio e uomo che ha fatto sì che queste colline siano state proclamate sito Patrimonio dell’Umanità Unesco per l’interazione fra uomo ed ambiente, per il lavoro in armonia con la natura. La collina del Cartizze, a Valdobbiadene, è il cuore storico dell’area. Culmine qualitativo della denominazione, proprietà piccolissime e preziose, passate di padre in figlio da generazioni.

Versanti ripidi e scoscesi dove la passione e la tenacia hanno reso possibile la coltivazione anche nelle zone più impervie. In questa microzona si trova la tenuta di Villa Sandi denominata “La Rivetta”. Felicissime e irripetibili condizioni consentono la produzione di un Valdobbiadene Superiore di Cartizze dalle caratteristiche uniche, che Villa Sandi propone nella versione brut. Carattere e peculiarità che gli sono valsi i Tre Bicchieri del Gambero Rosso da 10 anni e la selezione come “Gran Cru d’Italia”.

La passione per le bollicine si ritrova nella linea Opere, lo Spumante Metodo Classico di Villa Sandi, che matura nelle cantine sotterranee, dove affinano in barrique i rossi Filio e Corpore, prodotti da uve della Tenuta adiacente la villa a Crocetta del Montello.

Il legame ed il valore dell’identità territoriale si ritrovano nei vini da vitigni autoctoni come Incrocio Manzoni bianco e Raboso.



Vigneti certificati "biodiversity friend"



“La nostra vocazione alla produzione di vini del territorio, fa sì che il territorio abbia per noi un valore e un significato particolari e la passione e l’impegno nel produrre vini di eccellenza comprende un più ampio impegno nella protezione e salvaguardia di un territorio così speciale” prosegue Moretti Polegato.


“La biodiversità è una scelta e una filosofia aziendale che comprende cura del vigneto in termini di sostenibilità e salvaguardia della biodiversità, utilizzo di energie rinnovabili, attenzione alle risorse idriche, mantenimento di aree a bosco e siepi in prossimità dei vigneti per garantire un habitat adeguato a una molteplicità di specie animali che, con la loro presenza, sono la garanzia di un ambiente salubre”.

L’attenzione per l’ambiente e sostenibilità a Villa Sandi si coniuga con la condivisione. Il vigneto “Biodiversity Friend” di Crocetta del Montello ospita una Palestra in Vigna, un percorso fitness con attrezzi, con accesso ed utilizzo libero, in ogni momento.



Locanda Sandi, soggiorno di Charme



È sempre con l’obiettivo di valorizzare il territorio a cui è strettamente legata, che Villa Sandi è stata la prima tra le cantine della zona, oltre vent’anni fa, ad aprire le sue porte al pubblico per visite guidate. Gli ospiti sono condotti lungo un percorso sotterraneo che porta direttamente dentro al corpo della seicentesca villa, sede dell’azienda vitivinicola a Crocetta del Montello, alla conoscenza dei vini nelle degustazioni nelle Botteghe del Vino di Crocetta del Montello e di Valdobbiadene e alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti.

La visita può trasformarsi anche in un piacevole soggiorno enogastronomico nelle suggestive camere della Locanda Sandi a Valdobbiadene coccolati a tavola dai piatti della tradizione, con qualche inaspettata rivisitazione e da un’ospitalità regale. Dal recupero di una preesistente casa colonica, nel rispetto della struttura e del carattere originari, la Locanda Sandi accoglie gli ospiti in 6 camere, con arredi e colori diversi, nello stile della campagna veneta di inizio Novecento, in un infinito orizzonte di vigneti.




6 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti