48 ore a Les Orres - Alpi Francesi

48 ore a Les Orres - Alpi Francesi

Addormentarsi guardando le stelle, circondati dalla natura, nel confort di un hotel a 4 stelle. Un sogno? No, basta prenotare un cocoon alpino.



Letteralmente significa bozzolo, luogo che protegge. E, in effetti, l’idea che ha guidato Eric e la sua famiglia nel realizzare queste camere d’albergo di lusso abbarbicate sulle piste da sci delle Alpi francesi è stata proprio quella di riprodurre un luogo sicuro e accogliente dove prendersi del tempo per se stessi, coccolarsi, allontanandosi dal mondo esterno e in perfetta armonia con la natura incontaminata.

I cocoon di Les Orres – stazione sciistica a 1800 mt d’altezza nel cuore delle Alte Alpi francesi – sono lussuose camere di 40 m², dall’architettura originale e innovativa, immerse nel verde dei larici in estate e nel candido della neve in inverno: nove stanze in tutto – che apriranno i battenti a metà dicembre e verranno ulteriormente implementate nel 2020 con l’aggiunta di altre tre camere e di una cocoon spa di 200 mq – costituite da cupole geodetiche, perfettamente integrate nel paesaggio circostante, ma dotate di tutti i confort tipici delle camere d’albergo di lusso. Si può scegliere tra tre diverse tipologie di camera: the Luxury Cocoon, per una fuga romantica in coppia, the Cozy Cocoon, per un soggiorno piacevole e riposante e the Family Cocoon per una vacanza in famiglia.

Ogni stanza è montata su una piattaforma rialzata per compensare la pendenza del terreno, dispone di una terrazza panoramica privata affacciata sulle montagne e di una grande vetrata trasparente aperta a 160° per addormentarsi contemplando il cielo stellato.

All’interno, la combinazione di legno e trasparenza crea un’atmosfera da chalet di montagna, molto luminosa durante il giorno e assolutamente avvolgente e accogliente di notte. Oltre al riscaldamento a pavimento, una stufa a pellet dà ulteriore calore alle fredde serate d’inverno creando un’atmosfera calda e rilassante. Tutto è pensato in chiave ecosostenibile e con un approccio ecologico, nel pieno rispetto della natura: per non disturbare gli animali, ad esempio, l’illuminazione all’interno dell’hotel è molto limitata e l’accesso a ogni stanza è possibile solo a piedi (nelle vicinanze c’è un parcheggio privato e un servizio di trasferimento bagagli in stanza!).

La colazione viene servita in camera ogni mattina, mentre al pomeriggio viene servito un tè per un momento di coccole e relax.

Chi dovesse temere di sentirsi fin troppo isolato nella natura, può stare tranquillo: a pochi chilometri di distanza sono facilmente raggiungibili ristoranti, negozi, 100 km di piste da sci (ogni camera ha a disposizione l’attrezzatura da sci e snowboard), una pista di pattinaggio coperta, oltre a un’infinità di mete da visitare e molteplici attività da svolgere sia in estate che in inverno.



DA VISITARE NEI DINTORNI


Il lago di Serre-Ponçon è il secondo lago artificiale per grandezza in Europa, una meravigliosa distesa d’acqua circondata dalle montagne. Dal relax sulla spiaggia alle attività sportive sull’acqua – nuoto, vela pesca – dal trekking alla mountain bike, fino all’equitazione, ce n’è per tutti i gusti. Da visitare, l’impressionante diga di Serre-Ponçon, alta 123 metri – è la più grande d’Europa – e il Museoscopio del Lago, situato a livello del belvedere di Serre Ponçon, a Rousset, che permette di immergersi nella storia della costruzione di questa imponente opera idraulica.

Briançon è un vero e proprio un gioiellino arroccato sulle Heute Alpes che vanta il primato di città più alta di Francia, 1326 metri. A soli 15 km dal confine italiano, Briançon, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, fu fortificata da Vauban, famoso ingegnere militare al tempo del Re Sole. La prima cosa che salta all’occhio è la Cittadella, le mura, la roccaforte militare. La città alta è caratterizzata da case alte e colorate e dalla Porte de Pignerol. Sulla Grand Rue si concentrano negozi tipici, caffé e ristoranti. Sulla facciata di Notre- Dame-et-Saint-Nicolas, la cattedrale che venne costruita intorno al 1703, si trova una delle più antiche meridiane delle Hautes-Alpes.

Affacciata sulla sommità di un pianoro roccioso alla confluenza del Guil e della Durance, la fortezza di Mont-Dauphin, altra opera fortificata di Vauban (ne realizzò in tutto 12) e anch’essa patrimonio dell’umanità dall’UNESCO, è costruita con pietra di marmo rosa di Guillestre. Del suo passato di roccaforte inespugnabile ha mantenuto un gruppo architettonico notevole: mura e bastioni, ma anche, all’interno delle fortificazioni, l’arsenale, la polveriera, le caserme militari. La fortezza ospita anche abitazioni – con i suoi 170 abitanti è uno dei più piccoli comuni Francesi – fontane, lavatoi e spazi verdi. Una passeggiata lungo le mura permette di ammirare il magnifico panorama sui paesaggi montuosi circostanti.

12 visualizzazioni