Lavoro & Benessere: binomio impossibile?

Lavoro & Benessere: binomio impossibile?


Sembrerebbe proprio di no, anzi sono sempre più le aziende che, oggi, mettono il benessere dei propri dipendenti al centro di progetti, dell'organizzazione del lavoro e degli spazi in cui lavorare. Per vivere meglio in ufficio ma anche fuori.



Gli uffici del XXI° secolo si stanno allontanando sempre più dal modello classico di fantozziana memoria, per entrare in una nuova era in cui il benessere fisico e psichico dei dipendenti assume un ruolo sempre più centrale. Coniugare realmente il luogo di lavoro con il benessere e la soddisfazione dei lavoratori diventa una scelta sempre più importante per molte aziende che inseriscono ormai l’welfare aziendale tra i progetti prioritari della loro attività e spesso riorganizzano gli spazi di lavoro e i servizi proprio in funzione dello “stare bene” dei collaboratori, che in ufficio trascorrono la maggior parte della giornata. Dalla palestra al nutrizionista in azienda, dai corsi di rilassamento a spazi comuni più accoglienti e confortevoli, i luoghi di lavoro mutano nella forma e nella sostanza per offrire alle persone un ambiente di lavoro e servizi sempre più orientati al loro benessere, a 360°. Perché stare bene fisicamente, essere in forma, mangiare correttamente, essere seguiti da un punto di vista della salute, lavorare in un ambiente bello da vedere e da vivere, fa vivere tutti meglio: collaboratori in primis, ma anche datori di lavoro e clienti.



Un PROGETTO BENESSERE in CONTINUA EVOLUZIONE


Un ambiente di lavoro che riflette i valori aziendali – innovazione, sperimentazione, apertura al nuovo e alla città… – e che promuove il benessere dei suoi collaboratori, per vivere meglio. Con questo spirito Leonardo Assicurazioni ha inaugurato due anni fa, nella sua sede principale di viale della Liberazione nel cuore di Porta Nuova, Spazio Leonardo, un luogo di lavoro, aperto, dinamico, innovativo, ma anche di relazioni e incontri, dove si organizzano mostre d’arte, concerti e convegni aperti al pubblico. “Spazio Leonardo è pensato per essere innanzitutto un luogo piacevole in cui lavorare e in cui poter essere ancora più vicino alle persone e alle loro esigenze – spiegano dall’azienda. Una nuova concezione degli spazi che rispecchia l’evoluzione del nostro modo di lavorare, basato sempre più su strumenti innovativi, su relazioni umane, su linguaggi originali e programmi personalizzati.

Ma Spazio Leonardo è anche uno spazio urbano aperto e strettamente legato al contesto in cui è nato e si sviluppa: la nuova Milano, una città in continua evoluzione, in pieno cambiamento, fucina di innovazione, cultura, idee, movimento. Ogni scelta architettonica è stata pensata con l’intento di creare un ambiente favorevole alle relazioni tra le persone, siano esse un cliente, un nuovo consulente, un visitatore. Dall’accoglienza allo Spazio Lounge, un’area di relax con comode poltrone, libri e musica in sottofondo; dal Corner per le famiglie con un’area gioco per i bambini, allo Spazio Multifunzionale che accoglie regolarmente un fitto calendario di eventi musicali e culturali, concerti, incontri, dibattiti, aperti al pubblico. E sempre nell’ottica del vivere meglio, da pochi mesi è stato inaugurato il Progetto Benessere, con l’apertura del bar ohWell in viale della Liberazione e l’avvio del Servizio Lunch in tutte le sedi principali dell’azienda. Il Progetto – anticipato da un forum in sede con medici e nutrizionisti che ha riscosso un grande successo tra il pubblico – ha l’obiettivo di promuovere una sana alimentazione e corretti stile di vita, offrendo a tutti i collaboratori una pausa rigenerante all’insegna dell’assoluta qualità (garantita da fornitori selezionati e materie prime d’eccellenza, stagionali, fresche) e del benessere. Tutti i menù sono studiati da un team di professionisti e nutrizionisti con l’obiettivo di offrire una scelta sana e bilanciata e insegnare uno stile alimentare corretto. Senza trascurare il gusto e il piacere di mangiare.

Tutta l’offerta, sia del bar che del Servizio Lunch, è disponibile anche in versione take away, così da venire incontro alle esigenze organizzative di ciascuno.

L’azienda offre anche la possibilità di avere una prima visita individuale conoscitiva gratuita con la biologa nutrizionista che segue tutti gli aspetti nutrizionali dell’offerta alimentare in Leonardo, con l’obiettivo di fare una prima valutazione del proprio “stato nutrizionale”, analizzando salute, abitudini alimentari e stile di vita di ciascuno, così da avere dei consigli su come e cosa mangiare in base al proprio fabbisogno energetico e, per chi lo volesse, proseguire poi con l’elaborazione di un vero e proprio percorso alimentare personalizzato. Ognuno di noi ha, infatti, delle caratteristiche fisiologiche, uno stile di vita e gusti a tavola differenti: imparare a seguire una dieta corretta – intesa come regime alimentare equilibrato e consapevole, gustoso ma senza sacrifici e privazioni – è la chiave per il raggiungimento di uno stato di benessere psico-fisico che duri nel tempo”. Senza contare l’attenzione dell’azienda ai temi della sostenibilità e del green, sui quali si sensibilizza costantemente tutta l’azienda: anche questo aspetto concorre, infatti, a vivere meglio, per se stessi e gli altri.


www.leonardoassicurazioni.it



RIDURRE LO STRESS PER VIVERE MEGLIO


“Sono sempre più numerose le aziende che offrono percorsi di benessere per i propri dipendenti. Le ragioni sono numerose. Di recente l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha riconosciuto lo stress da lavoro, il burn out, come una vera e propria sindrome, un problema associato alla professione in cui sintomi spaziano da un senso di spossatezza al lavoro a cinismo e isolamento a sentimenti in generale negativi fino a una ridotta efficacia lavorativa. In questo contesto, la mindfulness è una delle pratiche che viene sempre più proposta ai dipendenti per fare fronte a un contesto sempre più stressante e competitivo”. A spiegarci di cosa si tratta Anna Li Vecchi che nel 2017 ha fondato Itaca Mindfulness, un progetto creato proprio con l’intenzione di diffondere questa pratica che la fondatrice definisce semplice, accessibile e trasformativa.

“La mindfulness può essere definita come la consapevolezza che emerge quando prestiamo attenzione al momento presente in modo intenzionale e non giudicante. Questa la definizione che offre Jon Kabat- Zinn, il biologo molecolare dell’UMASS Medical School noto in tutto il mondo per avere creato nel 1979 il programma MBSR, ossia Mindfulness Based Stress Reduction. Oggi oltre 1500 ricerche scientifiche ne raccontano l’efficacia in svariati ambiti tra cui quello lavorativo. Si tratta di pratiche che appartengono alla sfera della meditazione e che promuovono uno stato di presenza verso quello che ci circonda.

Non una tecnica di rilassamento ma un invito a vivere pienamente il presente, mettendo da parte le preoccupazioni passate e le aspettative future. In azienda questo si trasforma in un potenziamento della concentrazione e della memoria, un generale miglioramento dell’ambiente di lavoro e della capacità di resilienza. La mindfulness, infatti, si è affermata ormai da decenni in ambito aziendale come una proposta valida per la gestione dello stress. Studi e ricerche hanno rilevato nei team di persone che scelgono la mindfulness un aumento della produttività, una maggiore soddisfazione del lavoro, un miglioramento delle relazioni tra datore di lavoro / dipendente / cliente, e una riduzione dei costi di assenteismo e quindi turnover del personale. Sembra quindi un programma win-win che fa bene al dipendente e al datore di lavoro. La Mindfulness non cambia la vita, non diminuisce il carico di lavoro, le relazioni difficili o i tanti impegni. Ma insegna a relazionarsi in modo diverso trasformando tante reazioni automatiche in risposte consapevoli. A rispondere in modo diverso ai tanti stimoli che la vita offre ricordando che abbiamo una scelta. Ci accorgiamo di quanto corriamo instancabilmente e freneticamente come dei criceti dentro una ruota senza fermarci. Con la mindfulness scopriamo o ci ricordiamo che abbiamo una scelta e che possiamo fermarci e scegliere momento dopo momento la strada da percorrere”.

Itaca Mindfulness offre il corso MBSR e altri percorsi personalizzati per i dipendenti. I corsi si svolgono in azienda, oppure nel centro di Treviso e anche online.


www.itacamindfulness.com



7 visualizzazioni